RECENT POSTS: 

SEARCH BY TAGS: 

Turbo sensazioni

La cosa migliore da fare ad Agosto a Milano è scovare posti nuovi ed essere sicuri di poterseli godere senza troppe persone attorno a te. Questo è quello che abbiamo deciso di fare venerdì sera scoprendo un posto aperto da poco in zona Navigli, esattamente in via Andrea Ponti al 4: Turbo.

Il nome è tutto in programma esattamente come il locale, forse per la moltitudine di sensazioni che provi appena entri in questo posto tutto blu, con un arredamento un po' futuristico, con delle file luminose di luci che attraversano tutto il soffitto e all'occorrenza cambiano colore. Ti sembra quasi di entrare in un film un po' futurista. Un misto tra Blade Runner e Arancia Meccanica.

Non ci siamo lasciati scappare i loro cocktails prima di cenare, rivisitazioni di quelli classici con nomi e presentazioni particolari. Talmente buoni che ci siamo fatti anche il secondo giro.

Il menù è di quelli che piacciono a noi, con pochi piatti ma ben pensati e curati. Anche in questo caso hanno deciso di prendere come basi alcuni piatti classici e farli a loro modo.

Eravamo in 3 quindi gli antipasti li abbiamo provati tutti: baccalà, vitello tonnato e tacos di ceci. Devo dire che come inizio è andato molto bene soprattutto per la spuma di baccalà.

Come primi abbiamo assaggiato sia il riso al salto con il petto d'anatra - veramente morbida, non facile da cucinare ed accompagnare al riso - e la pasta di turbo: dei buonissimi tortelli di gamberi con scampo crudo.

Come secondo è comparsa anche la cotoletta ma la fame ha preso il sopravvento e non siamo riusciti a fotografarla. Veramente ottima, alta, morbida con patatine e spinacine.

Sugli altri tavoli abbiamo visto anche le pizze che mettono in ciotole di acciaio, secondo me molto adatte da accompagnare ai cocktail.

Per i dolci c'è stato un cambio di luci in sala che hanno reso l'atmosfera molto più calda. Le scelte sono cadute su pane e cioccolato con frutto della passione e tiramisù. Buoni ma in generale abbiamo preferito tutto il resto, compreso il servizio. I ragazzi di Turbo sono tutti molto giovani, anche in cucina e si vede quanto tengano al fatto che tutti i clienti siano soddisfatti e abbiano la voglia di tornare anche solo per bere qualcosa. Hanno appena riaperto dopo la chiusura estiva, quando torniamo?

Altra cosa non da sottovalutare di questi tempi è che utilizzano materiali organici che riducono quindi gran parte del materiale plastico. Super promossi.

  • b-facebook
  • Instagram